Associazione Strada del Tartufo Mantovano

Borgofranco sul Po, la XX Fiera del Tartufo ha chiuso col botto!!!

Nell’ultimo weekend, Raspelli e le Fontane Danzanti

Borgofranco sul Po, 21 ottobre 2014 – Grandissima soddisfazione per la perfetta riuscita di Tuberfood –XX Fiera del Tartufo di Borgofranco sul Po, che ha chiuso i battenti lunedì 20 ottobre registrando un +60% di presenze allo stand gastronomico rispetto all’edizione precedente. A fare da chiusura alla manifestazione, è stato il suggestivo spettacolo delle Fontane Danzanti di Cazacu’s, che con giochi di acqua, colori, luci e fiamme, sapientemente combinati a tempo di musica, hanno stimolato la fantasia dei presenti nelle serate di domenica 19 e lunedì 20. Grande clamore è stato anche suscitato dalla presenza del popolarissimo giornalista enogastronomico e conduttore di Melaverde Edoardo Raspelli, che ha voluto partecipare alla fiera per conoscere di persona le virtù del tartufo bianco di Borgofranco. Raspelli, dopo aver visitato la cucina e salutato i numerosi volontari all’opera, nel corso della cena ha potuto apprezzare i saporiti piatti di questa ventesima edizione, dal flan al tartufo bianco al risotto con scaglie di tuber magnatum, dai tortelli al tartufo al salame mantovano impastato con pezzetti del profumato fungo ipogeo.

Madrina della serata di domenica 19 è stata la giovanissima modella di Valeria Marini Liubetta Novari, studentessa dell’Istituto Alberghiero di Salsomaggiore Terme che ha recentemente vinto il titolo nazionale di Miss “La più bella del Mondo”. Nel corso della serata sono stati consegnati gli attestati “Tuberfood Magnatum” alle aziende che hanno sposato il progetto Tuberfood: Forneria Carra e Cantine Virgili di Mantova, MZ Pasta Fresca – Gastronomia di Cerlongo, Salumificio Pedrazzoli di San Giovanni del Dosso, I Tartufi del Borgo di Borgofranco e Fantasilandia di Pieve di Cento. Gli attestati sono stati consegnati da Raspelli stesso, alla presenza del sindaco Lisetta Superbi e del presidente della Pro Loco Massimo Malavasi ai rispettivi titolari, rispettivamente Massimo Carra, Andrea Virgili, Federica Saccagi, Emanuele Pedrazzoli, Tiziano Casari e Umberto Manservisi.

I tre fine settimana della sagra sono stati ricchi di iniziative e novità, a partire dai laboratori di ricerca del tartufo con i cani, nel corso dei quali la seconda domenica di fiera la cagnolina Maia ha fiutato e scovato un tartufo bianco dal peso di un etto e mezzo, per l’orgoglio del padrone Marco Menghini, dell’Associazione Trifulìn Mantuan,e per il divertimento delle tante famiglie presenti. Uno dei leitmotiv di questa edizione è stato il turismo en plein air, con un buon successo per il noleggio gratuito di biciclette da parte della Strada del Tartufo Mantovano e una buona affluenza dei camperisti, che hanno approfittato della rinnovata area attrezzata gratuita. Ottimo riscontro anche per i mercatini, la mostra mercato e il 1° Raduno di auto storiche Tuberfood curato dal Club 8Volanti di Porto Mantovano (presidente Giorgio Ungaretti) che domenica 19 ha ravvivato le vie di Borgofranco con magnifici modelli di Lancia, Alfa Romeo, Triumph, Ferrari Dino ed MG risalenti soprattutto agli anni ’50 e ’60.

Ora, conclusasi la Fiera, vi saranno altri importanti appuntamenti che manterranno viva l’attenzione sul tartufo borgofranchese: a fine ottobre, il progetto Tuberfood approderà nelle aule scolastiche, grazie alle risorse messe a disposizione dalla Pro Loco di Borgofranco. Sarà attuato infatti un piano di formazione presso l’Istituto Superiore di Stato “Greggiati” di Ostiglia, mediante il quale gli studenti apprenderanno le caratteristiche del tartufo e della sua filiera (luoghi e modalità di sviluppo, prassi per la raccolta, sistemi di coltivazione e trasformazione, modalità di commercializzazione e promozione).

A novembre, invece, due iniziative teatrali, frutto di prestigiose collaborazioni, vedranno protagonista il prezioso fungo ipogeo. Venerdì 14 il Teatro Comunale L. Pavarotti di Modena aprirà la stagione con il Rigoletto di Verdi, di ambientazione e ispirazione mantovana, alla cui rappresentazione seguirà una cena a base di tartufo bianco di Borgofranco, abbinato ad alcune eccellenze del modenese. Venerdì 29 novembre, infine, sarà il Salone Margherita di Roma (ex “Bagaglino”) a gemellarsi con Borgofranco, ospitando uno spettacolo dedicato proprio al tartufo, anch’esso seguito da una cena con protagonista il tartufo borgofranchese preparata da chef stellati.

 

In evidenza

Newsletter